Skip Navigation LinksHome page » mobilità e trasporti
Ah, Audrey Hepburn e Gregory Peck che, a bordo di una vespa, sfrecciano attraverso le vie della città, in mezzo al suo traffico, ai suoi visitatori, alla sua eternità. Ancora oggi, molti turisti arrivano per provare l’ebrezza di un tuffo nel passato e vivere un’esperienza più romantica del semplice giro guidato e si lasciano trasportare nelle loro “Vacanze Romane”. Certo, bisogna sapersi muovere nella miriade di vie che s’intersecano e si sovrappongono.
Anche perché non ci si deve scordarsi che Roma è l’unica metropoli antica ancora esistente. E nei secoli ha continuato ad espandersi.

Per questo motivo, le distanze da percorrere possono sembrare molto lunghe a chi non conosce bene la città ma basta dare un’occhiata alla mappa delle metropolitane per rendersi conto di come, in realtà, sia
molto facile spostarsi da una parte all'altra di Roma.
Muoversi con le metropolitane A e B (e presto anche la C) è probabilmente il modo più veloce di muoversi in una città che in superficie ha tanti turisti e tante macchine. Anche perché la frequenza media di passaggio di un treno varia da 1 a 4 minuti nei giorni feriali e arriva fino a 8 minuti nei week-end.
In alternativa, i mezzi di superfice possono essere un buon modo di muoversi, soprattutto per le brevi distanze.

Clicca qui per avere maggiori informazioni su mobilità e trasporti a Roma.